Anniversari – Bottero – Ottimi i risultati nell’anno dei 60

La Bottero celebra con dipendenti e collaboratori la leadership nel mondo del vetro, confermata dalla crescita costante in tutti i settori di produzione

“Lo scorso 21 ottobre, durante la giornata dedicata ai dipendenti, ai collaboratori e ai loro familiari, abbiamo vissuto tutta l’essenza di Bottero: le persone”. Così Davide Cigna, Sales ­Manager del gruppo Bottero, ha commentato il Family Day organizzato dall’azienda cuneese per festeggiare i 60 anni di leadership nel mondo del vetro con le macchine standard e speciali per il vetro piano e le soluzioni per il vetro cavo. Decenni in cui, come per tutti, “si sono alternati momenti buoni e meno buoni”, ricorda Cigna. “Ma oggi Bottero è un gruppo internazionale, forte, un’azienda della quale sono fiero di far parte. E, come me, tanti altri, visto che il Family Day, al quale hanno partecipato un migliaio di persone, è stato un momento in cui è stato visibile l’orgoglio di mostrare ai familiari il lavoro svolto nel quotidiano. Ed è stata anche l’occasione, per i vertici aziendali, di ringraziare tutti i dipendenti e collaboratori che in questi anni hanno lavorato con Bottero e con lei sono cresciuti”.

Nuove soluzioni per migliorare il lavoro

Il Gruppo, dopo la ristrutturazione di due anni fa, ha raggiunto ottimi risultati e ad oggi conta il 95% dei prodotti esportati all’estero, 4 stabilimenti produttivi nel mondo e commesse in continuo aumento, tanto che il piano quinquennale 2015-2020 pone l’obiettivo di raggiungere e superare entro il prossimo biennio i 200 milioni di fatturato annuo.

“Se il Gruppo Bottero ha registrato una crescita importante sui mercati, bisogna ricordare che la crescita è stata anche interna e ha riguardato sia le risorse, che la professionalità che l’organizzazione. Proprio in questo momento – dettaglia Davide Cigna – stiamo lavorando allo sviluppo di un nuovo sistema ERP che coinvolge l’intero sistema informatico e informativo dell’azienda: ­tutti gli hardware e i software di Bottero saranno ­sostituiti, a partire dalla sede centrale fino alle altre filiali nel mondo. È un progetto importante, che coinvolge le 850 persone che lavorano in azienda e che con questo ammodernamento dei sistemi avranno la possibilità di operare in maniera integrata, dalla produzione, agli ordini e ai contatti, alle macchine e all’assistenza post vendita. Un cambiamento totale, che porterà a un maggior efficientamento dell’intera azienda e migliorerà il lavoro quotidiano di ciascuno”. (…)

di Camilla Zanetti