Il Vetro Cavo italiano a Vitrum 2017

L’anno zero di Vitrum è alle porte. Dal 3 al 6 ottobre, a Fiera Milano Rho (padiglioni 5 e 7), si svolgerà la 20ma edizione del Salone internazionale italiano delle macchine, degli accessori e dei prodotti speciali per la lavorazione del vetro piano e cavo. In fiera, grande attesa anche per il ritorno del Vetro Cavo italiano.

L’edizione 2017 di Vitrum vede un grande ritorno: il Vetro Cavo italiano infatti ha confermato la sua presenza ponendo l’accento sull’importanza di questo evento fieristico di settore ai vertici mondiali. Il comparto sarà riunito presso il Padiglione 7.

Antonini Srl, Colorobbia Consulting Srl, Glass Service Srl, Ocmi OTG Spa, Olivotto Glass Technologies Spa sono le aziende che quest’anno rappresentano a Vitrum il made in Italy del Vetro Cavo (stand D25). Ad esse si aggiunge la divisione Vetro Cavo di Bottero Spa, che espone una selezione dei suoi macchinari per la lavorazione del vetro piano e del vetro cavo, ma anche soluzioni e impianti per float, laminato e linee imballaggio presso lo stand E21-G30, sempre nel Padiglione 7. 

“Il know-how tecnologico e gli standard qualitativi raggiunti sono il vero tratto distintivo dei marchi italiani sui mercati internazionali. Bottiglie, tableware, farmaceutico, cosmetica: il Vetro Cavo made in Italy garantisce soluzioni complete, personalizzazioni in grado di incontrare tutte le esigenze della clientela e una capacità – pressoché unica nel settore – di fare filiera. E su questi nostri punti di forza intendiamo far leva anche quest’anno, a Vitrum 2017: nell’area espositiva comune ci attendiamo di incontrare clienti e committenti da tutto il mondo per consolidare, pianificare e avviare anche nuove relazioni e progetti”, ha dichiarato Michele Gusti, presidente del Gruppo Vetro Cavo di Gimav, nonché presidente della Ocmi OTG Spa.

I numeri del Vetro Cavo italiano

La conferma del valore del comparto giunge anche dalle ultime rilevazioni del Centro Studi Gimav: oltre l’85% del fatturato del Vetro Cavo italiano proviene dall’export, con un +1,05% sull’anno precedente già in crescita di quasi il 3,5%.

Secondo i dati più recenti, infatti, le esportazioni di macchinari e tecnologie italiane per la lavorazione del Vetro Cavo proseguono il loro trend di crescita (già registrato nel 2015) con principale destinazione Ue (Francia in testa) e una decisa ripresa dei mercati del Continente Americano (Nord America a +41%; Centro e Sud America a +75,7%). Senza dimenticare l’Asia che, rispetto ai dodici mesi precedenti, ha superato il 25,61% di incidenza sul totale delle esportazioni mondiali.

Una sintesi dei più interessanti indicatori per il comparto del Vetro Cavo italiano

  • il Messico si conferma il primo Paese importatore di tecnologie e macchinari italiani per la lavorazione del Vetro Cavo, con un’incidenza di ben 11,75%
  • segue nell’immediato la Cina con una pregevole incidenza del 10%
  • negli Stati Uniti raddoppia l’incidenza delle importazioni di macchinari italiani
  • la Russia, dopo la forte crisi del 2015, risale la corrente passando dalla 15ma alla 9a posizione.

www.vitrum-milano.com